Seleziona la tua localizzazione per vedere contenuto specifico al tuo paese

x

header-lightblue

Decisioni informate sulle scorte: Come fa l’industria della bicicletta?

16-10-2018
En Bicycle Supply Chain Inventory

THE BUSINESS OF BICYCLES

Il business delle biciclette

Sembra che da una costa all’altra gli americani stiano prendendo la bicicletta in numero sorprendente. Il National Household Travel Survey ha mostrato che il numero di viaggi in bicicletta negli Stati Uniti è più che raddoppiato, passando da 1,7 miliardi nel 2001 a 4 miliardi nel 2009. A livello nazionale, il numero di persone che si sono recate al lavoro in bicicletta è aumentato di circa il 60% nell’ultimo decennio. In un altro studio, il numero di ciclisti negli Stati Uniti è passato da circa 51 milioni di ciclisti nel 2012 a poco più di 66 milioni nel 2017.

È chiaro che un numero sempre maggiore di persone inizierà ad abbandonare l’auto per la bicicletta, riconoscendo i numerosi benefici per la salute derivanti dall’uso della bicicletta e continuando a sostenere le infrastrutture ciclabili.

 

Vendita al dettaglio omnicanale: un cambio di marcia in termini di complessità

Le catene di fornitura che supportano i principali marchi ciclistici di oggi sono state ridefinite dal cambiamento del comportamento dei consumatori. L’e-commerce ha molte varianti e, dato che sempre più persone fanno acquisti online, le aziende del settore ciclistico hanno dovuto rispondere di conseguenza. Oggi, anche i negozi di biciclette locali (LBS) sono riusciti a creare un negozio online per rafforzare il loro panorama di vendita al dettaglio esistente. Detto questo, oggi ci sono indubbiamente più negozi web indipendenti rispetto a 5 anni fa.

Poiché sempre più aziende del settore ciclistico continuano a esplorare l’ambiente omnicanale in continua espansione, mantenere alti livelli di disponibilità è ora di fondamentale importanza. Data la trasparenza dei prezzi sul web, la domanda dei consumatori nell’e-tail è molto più irregolare rispetto ai punti vendita tradizionali. In fin dei conti, indipendentemente dal fatto che il cliente faccia acquisti in negozio o online, l’esaurimento delle scorte si traduce direttamente in una perdita di vendite e in una delusione dei clienti. Di conseguenza, le aziende devono ottimizzare l’inventario per garantire le scorte giuste, nel posto giusto e al momento giusto.

Cicli di vita dei prodotti: la grande fonduta

Mantenere livelli di disponibilità costantemente elevati in assortimenti di prodotti complessi può rivelarsi difficile nei momenti migliori. Tuttavia, nel settore del ciclismo, questa sfida è ulteriormente esacerbata dall’enorme numero di introduzioni di nuovi prodotti e dai cicli di vita dei prodotti sempre più brevi.

In poche parole, la mancata gestione efficace del ciclo di vita dei prodotti può avere un costo elevato per l’azienda: sia in termini di mancate vendite a causa di nuovi articoli introdotti in modo inadeguato, sia per l’inutile immobilizzazione di prezioso capitale circolante in scorte obsolete che non si vendono!

Quando i fornitori a monte della catena rilasciano nuovi aggiornamenti e variazioni dei prodotti, nonché linee di prodotti completamente nuove, i rivenditori non hanno altra scelta che aggiungere questi articoli ai loro assortimenti. Tuttavia, man mano che questi assortimenti crescono, le aziende devono investire in strumenti e tecnologie che forniscano le informazioni necessarie per prendere decisioni informate sulle scorte. Solo così le aziende possono mettere in atto le strategie giuste per garantire che i nuovi articoli vengano introdotti in modo efficace, mentre quelli a fine vita vengono eliminati gradualmente con un impatto finanziario minimo per l’azienda.

 

Stagionalità: la gestione del ciclista per tutte le stagioni

I problemi di inventario non si limitano alle nuove linee di prodotti e ai prodotti alla fine del ciclo di vita, anche gli articoli maturi possono rivelarsi problematici. Dato che ogni articolo ha probabilmente un proprio profilo di domanda stagionale, con picchi di vendita diversi nel corso dell’anno, le aziende possono facilmente trovarsi pericolosamente esposte alle fluttuazioni stagionali della domanda.

Per esempio, mentre un’estate lunga può stimolare un’elevata domanda di biciclette nuove, in quanto le persone approfittano del bel tempo, un’ondata di freddo o una primavera che tarda ad arrivare potrebbero ostacolare seriamente le vendite. Se gestiti in modo efficace, gli afflussi stagionali possono fornire una gradita spinta alle vendite. Tuttavia, se gestiti male, questi picchi di domanda possono portare a livelli elevati di scorte in eccesso e, di conseguenza, a sprechi.

Di conseguenza, le aziende devono essere reattive ai flussi stagionali e gestire i livelli di inventario di conseguenza. Includendo gli aumenti stagionali nel processo di pianificazione della domanda, le aziende ottimizzano i livelli di scorte prima, durante e dopo l’afflusso stagionale.

 

Superare la concorrenza con Slim4

Grazie alle accurate capacità di analisi e previsione dello strumento di gestione delle scorte di Slimstock, Slim4, alcuni dei più grandi nomi del ciclismo si affidano alla nostra soluzione per fornire approfondimenti sulla supply chain e prendere decisioni informate sulle scorte.

Grazie al principio della gestione per eccezione di Slim4, i produttori, i distributori, i rivenditori tradizionali e gli e-tailer possono concentrare il loro tempo e la loro attenzione dove è più necessario, garantendo così che i team di pianificazione siano in grado di rispondere meglio alle sfide presentate dall’ambiente omnicanale.

In definitiva, i clienti di Slimstock possono prendere decisioni più intelligenti sulla supply chain, rispondere alla domanda stagionale e gestire il ciclo di vita dei prodotti: il tutto mantenendo il controllo completo dell’intero assortimento.

 

I clienti di Slim4 che operano nel settore della vendita al dettaglio o dell’e-commerce possono ottenere i seguenti risultati:

  • Riduzione fino al 30% delle vendite in magazzino
  • Aumento della disponibilità dell’intera gamma fino a oltre il 97%.
  • riduzione delle scorte fino al 60%
  • Maggiore controllo dei costi di inventario

Se volete saperne di più, contattateci direttamente per saperne di più.

 

Parla con un esperto delle tue sfide di inventario

Simone Gaiani Slimstock 2

Simone Gaiani

Call_icon mail_icon LinkedIn_icon